Nella memoria collettiva, nella verità narrativa, nel dramma personale e nella gioia comunitaria. Il pensiero dell'uomo è alla base della sua libertà! Blog

Semplici istruzioni d'uso... della vita! 0

Vita: istruzioni per l’uso.

Non vuole essere l’ennesimo post grattugia-maroni che ormai intasano questo blog, una volta attivo e positivo e ora così allegro che vien voglia di tagliarsi le vene solo a vederne un link! Però qualche...

Checklist 0

Una lista da (e per) spuntare

Un soffio, qualche colpo di tosse per la polvere nell’aria, una ripassata con la mano così da disvelare il banner e l’indirizzo nuovo del blog e via, ricominciamo a scrivere… o a tentare di...

0

L’odore dei camini

L’odore di camini e delle stufe. Immediatamente la città diventa un paese i tuoi pensieri diventano ricordi— Marco Caporicci (@notturno79) Novembre 29, 2012

0

Dubbi lavorativi

Concorso o non concorso? Curriculum sparsi per il mondo o no? Attesa o azione? Scuola o altro? Che palle essere così tanto #choosy…. -.-‘— Marco Caporicci (@notturno79) Ottobre 29, 2012

0

Una nuova vita

“Se io potessi vivere nuovamente la mia vita, nella prossima cercherei di commettere più errori. Non tenterei di essere tanto perfetto, mi rilasserei di più, sarei più stolto di quello che sono stato, in...

0

Pensieri notturni

La (certa) povertà dell’essere e la (presunta) ricchezza del dare & la vana ricerca di ciò che (e di chi) ti scalda (perfino il cuore). -.-‘— Marco Caporicci (@notturno79) Ottobre 25, 2012

Il golfo di Buljarica (MNE) 0

Basta un sorriso

Dubrovnik, 14/08 Buljarica, 17/08 Il frastuono delle vie d’intorno ti accende lo sguardo e ridi e sussurri nel tuo riserbo; e ti accorgi di me e delle labbra mie, a te inclini, verso te...

0

Tempo

Una poesia scritta tempo fa e ritrovata casualmente. Forse è incompleta, qualche altra strofa andrebbe aggiunta… Ad ogni modo, buona lettura! Il tempo ti cambiò il taglio della bocca e il colore degli occhi...

Occhi chiusi 0

Al canto che tace non credo

“Perché con occhi chiusi? Perché con bocca che non parla? Voglio guardarti, voglio nominarti. Voglio fissarti e toccarti: mio sentirti che ti parlo mio vedermi che ti vedo. Dirti – sei questa cosa hai...